Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2014

Stasera mi tengo leggero

Esiste un essere leggendario nel mondo del gdr, una chimera mitica che in molti inseguono o hanno inseguito; spesso a prezzo di notevoli esborsi di denaro in manuali, e di ore passate davanti allo schermo del computer su siti di case editrici di giochi e blog di sedicenti esperti. Questo mitico vello d'oro altri non è che il "gdr perfetto", "quello semplice con cui fai tutto". Per un po' l'ho cercato anch'io, soprattutto nel periodo in cui cominciavo a sentire sempre più stretti i regolamenti tradizionali; e pensavo anche di averlo trovato nell'ormai defunto True20, il sistema generico di Steve Kenson (Green Ronin Publishing). Si trattava di un derivato di Mutants&Masterminds, gdr superoistico che ha avuto un suo momento di gloria cinque e più anni fa e che adesso ristagna nella sua terza edizione.

Il T20 fu portato in Italia dalla Wyrd Edizioni e orribilmente supportato dalla stessa fin da subito, con errori, refusi e squartamenti indiscri…

Il mio fantasy....il nostro fantasy

In questo periodo il fantasy sembra essere al centro di molti progetti di game design moderno. Siamo ancora nell'onda lunga del buon successo di Dungeon World e già si parla di Circle of Hands di Ron Edwards e AW: Dark Ages di Vincent Baker. Ma non parlerò di questi blasonati autori, bensì, con italico orgoglio, voglio segnalarvi che in queste ore è arrivata la notizia che Il mio fantasy di Giovanni Micolucci si avvicina alla dirittura d'arrivo e probabilmente (se riuscirà a trovare il sostegno dei giocatori) potrà farlo anche in una elegante tiritatura limitata. Rimango sorpreso dalla quantità di idee che girano intorno a Vas Quas Editrice e anche per questo (come per altri progetti) faccio il passaparola sulle pagine di questo blogghettino!

Il corso di Storytelling si fa online

Volete fare i game designers? Studiate e fatelo gratis col corso sulle tecniche di Storytelling del sito iversity.org. Sono corsi on line gratuiti di vari argomenti (Massive Open Online Courese; MOOC per gli amici), questo è dedicato al gioco: e per non farsi mancare nulla c'è anche quello sulla cosiddetta ludicizzazione. Se tutto è un gioco diventerà difficile distinguere quel che gioco è veramente da quello che è solo un inganno.

Future of Storytelling

La scatola rossa aveva (quasi) ragione!

Ho avuto il piacere di provare Dungeon World (da ora DW). Abbiamo giocato in cinque ambientando le partite nel Norwold di Mystara: si trattava di un esperimento e per alcuni di un primo approccio a questo gioco, così si è deciso di fare un numero di sessioni limitato. Eravamo partiti per farne tre, ma poi sono diventate cinque, per poter chiudere il fronte in maniera più soddisfacente per tutti.
Per quanto mi riguarda avevo già provato, da giocatore, Il Mondo di Apocalisse (una lunga campagna di quasi venti sessioni) e ho arbitrato un paio di partite de Il Mostro della Settimana.

Terminata l'ultima sessione (davvero divertente e piena d'azione), ci siamo fermati per scambiare qualche opinione sul gioco e le parole di uno dei presenti mi hanno fatto venire in mente il titolo di questo post. In realtà non dirò nulla di nuovo; tutti sappiamo quali siano le atmosfere che LaTorra e Koebel hanno cercato di restituirci con questo titolo e probabilmente condividiamo con loro un curri…

Tradizionale & Moderno

Ho ripescato questa bella sezione del forum Gente che Gioca dove l'utente Hasimir, appena due anni fa, spiegava con chiarezza le differenze fra i due approcci al gdr.


Buona Lettura!

Tradizionale e Moderno di Hasimir